Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Ministero della Guerra’

Molti si lamentano per l’ultima trovata di Gelmini e compagni: il Ministro della Distruzione e quel nobiluomo di La Russa, incerto se trasformare il suo modesto Ministero della Difesa, in un meglio definito e costituzionalissimo Ministero della Guerra, hanno firmato un innovativo protocollo. Si intitola “allenati per la vita” – ma meglio sarebbe “scuola e pistola”   comporta l’addestramento all’uso della armi, un economico minipercorso di guerra, con tanto d’arrampicata, esecizi “ginnico-militari” e l’acquisto degli immancabili e aziendalissimi “crediti formativi”. E’ riservato naturalmente agli studenti del liceo, che, in una democrazia di ispirazione gentiliana, contano mille volte più degli “operai” confinati al “professionale” e hanno la precedenza assoluta nelle trincee della lotta per la sopravvivenza. Un’idea paramilitare della realtà, che, come al solito, ha scatenato la patetica reazione dei residui comunistelli bolscevichi, delle eterne “mammole” centriste, degeneri e panciafichiste e dei veltroniani presi in contropiede, che avevano in mente di iscrivere tutti i liceali ad un anno di scuola di guerra alla “Nunziatella”. Tutta gente che, non capisce nulla del “nuovo che avanza” e, con toni da tragedia greca, rompe le scatole col piagnisteo sulla Costituzione, il pacifismo, l’articolo undici che ripudia la guerra, il ritorno ai “balilla”, la solfa sul neofascismo e le mille amenità di una genìa di perdenti, cui si associano le proteste degli armaioli per l’esclusione dei fucili a favore delle più economiche pistole e quelle degli insegnanti che non accettano l’invasione di campo e si lamentano speciosamente con le solite affermazioni della “docenza rossa”: sono decenni che la scuola italiana non funzionava così male.

Non c’è dubbio: Gelmini e Brunetta hanno ragione. La qualità di questi docenti è veramente scadente e sconcertante. D’accordo, la scuola collassa, la ricerca muore, si tagliano le teste e le risorse. Se tutto questo è vero, vivaddio, quale occasione migliore? Se i due geniali ministri addestrano gli studenti a tirare con la pistola, cosa costa a questi fannulloni d’insegnati di mettersi a fare seriamente lezione? Il governo offre armi, munizioni e addestramento. Il resto lo facciano loro. Insegnino quali sono i bersagli da colpire!

Read Full Post »