Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘De Felice Giuffrida’

downloadEsercito in assetto da campagna, leggi speciali, secoli di galera e soggiorno obbligato. Lo Stato borghese affronta così i Fasci Siciliani. I socialisti “legalitari” colti di  sorpresa  – Turati è fermo alla lezione di Engels sullo spontaneismo del Sud -, l’estrema sinistra, a quel tempo anarchica e già minoritaria, in eterna attesa della rivoluzione che non verrà e il disastro giunge puntuale. Non c’è una teoria buona per ogni tempo. Ci sono pensatori che guardano al tempo loro e chi fa di un metodo di lettura le “dodici tavole”.  Le inedite parole di questa canzone napoletana sequestrata dalla polizia crispina non ci parlano solo di tempi lontani. Anche oggi l’anacronistico conflitto tra “purezza rivoluzionaria” e “via legalitaria” produce corti circuiti e apre la via alla reazione.

Napule bella è ‘na schiumma d’oro,
s’hanno arrubbate tutte cose lloro
e ricche hanno arrubbate e puverielle,
Facimme come fece Masaniello.

So ‘sti guverne tutt’assassine,
so cose propete da stravede’.
Chiunque saglie fa ‘n‘arruine,
nisciune dice: cheste che d’è!

Nu guappe deputate è De Felice
Chi nun ‘o sape, overo nun ‘o dice:
Pe’ senza niente l’hanno condannate
a diciott’anne e pure survigliate.

So ‘sti guverne tutt’assassine,
so cose propete da stravede’.
Chiunque saglie fa ‘n’arruine,
nisciune dice: cheste che d’è!

Hanno arrestate a tutt‘e socialiste
sagliuto a lu putere è pure Crispe,
Ma u cunte s’hann’a fa ch’hanno sbagliato:
mo sentarranno ‘e botte d’o Mercato

So ‘sti guverne tutt’assassine,
so cose propete da stravede’.
Chiunque saglie fa ‘n’arruine,
Nisciune dice: cheste che d’è!

Iamm‘a piglia’ ‘e legne e li fascine,
struimme a chesta razza ‘e malandrine,
struimme a chesta razza de ministe
ca chiste songo ‘e vere cammorriste!

So ‘sti guverne tutt’assassine
so cose propete da stravede’.
Chiunque saglie fa ‘n’arruine,
Nisciune dice: cheste che d’è!

Annunci

Read Full Post »