Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Bussola’


Nel corso di una vita che tramonta ho seguito una bussola artigianale che non mi hai mai tradito.
Al nord l’ago colloca la mia unica certezza e c’è una scritta sintetica: «so di non sapere». Parole che Socrate pagò con la vita.
Al punto opposto il Sud martirizzato segna la posizione che ho tenuto rispetto al potere a ai potenti. Me la insegnò un antico maestro latino ma sotto il punto cardinale la scritta è in volgare: «Cesare, non faccio nulla per piacerti, né m’interessa sapere se sei un uomo bianco o nero».
A Est, dove sorge il sole e in qualche modo puoi immaginare un inizio, la bussola mostra un’indicazione metodologica: «sia lode al dubbio» c’è scritto e in ogni viaggio queste parole mi hanno accompagnato.
Di fronte, perpendicolare al Nord, c’è l’Ovest, l’Occidente sempre più famigerato, che la mia bussola considera in qualche modo fine del percorso. Poiché spera che sia stato un viaggio dignitoso, ci trovi un invito alla dignità: «Amico, se ti compri, / pagati quanto vali. / Non un quattrino in più. / Credimi, non sentirti prezioso, / tanto nemmeno serve e poi si muore. / Ma se ti vendono un giorno per caso, / e magari all’incanto, / tu non avere prezzo. / Stattene duro e il banditore invano / attenda di picchiare il martelletto».
Per la prima volta, mentre mi avvio ormai verso il buio dell’ultimo viaggio, non guardo la mia bussola. A che servirebbe? Non viviamo tempi da bussole e trionfano i disorientati. E’ il tempo delle contrapposizioni assurde tra oppositori di un governo liberticida, che ne difendono, però, i provvedimenti più autoritari tra quelli levati a dignità di legge, e i suoi sostenitori, che hanno sempre difeso l’assassino della democrazia, ma gli si sollevano contro e fanno addirittura quadrato attorno alla libertà, contro un provvedimento che, di fatto, hanno creato assieme ai loro complici assassini.

classifiche

Read Full Post »